Salta al contenuto

Tema: racconta il tuo “vissuto” delle vacanze di Natale

Ogni anno, come mi ha ricordato l’altro giorno la mia amica Angela, la maestra ci affibbiava lo stesso compito dopo le vacanze: racconta il vissuto.
Dovevamo dunque fare il riassunto delle vacanze, che per una bambina della provincia di Bari di famiglia economicamente normodotata si esauriva esattamente lì: in provincia di Bari.
E’ passato un quarto di secolo da allora, una serie di traslochi (una decina), tre città, tre province, tre regioni. Da Sud-Est a Nord-Ovest, da ragazzina a mamma di un dueenne.
Allora il massimo dell’emozione era vincere ambo, terno, quaterno e cinquina a tombola contro nonna Grazia, oppure scompisciarsi alle sue spalle perché ogni anno non capiva le regole dei giochi con le carte, a parte la Briscola (quella me l’ha insegnata lei).
Il vissuto di quest’anno invece… Una serie di belle emozioni che riassumo qui:
  • il primo lungo viaggio in treno di bimbopatato dal Piemonte alla Puglia e ritorno, la sua gioia e la sua noia per l’avventura, la nostra fatica e la soddisfazione di avercela fatta;
  • il primo Natale consapevole per il piccoletto, che ogni sera salutava Patale in cielo e che davanti al presepe, lui bambino non praticante, te lo raccontava così “c’è la sua mamma e c’è il suo papà” (insomma la salvezza nell’amore della famiglia e non sulle spalle di un bambino);
  • la scoperta del cioccolato, purtroppo;
  • tante avventure outdoor, ebbene sì mi sono fatta il culo per non far stare il pupo in casa nemmeno un giorno, saltando tra spettacoli di strada, trenini, presepi…
  • la prima volta al cinema con mio figlio a vedere un film delizioso di cui riparlerò: Ernest e Célestine;
  • vecchi e nuovi amici per noi e per il piccolo;
  • e poi… e poi…
E poi l’emozione più grande: poter finalmente abbracciare Tilahun, il figlio che Sara e Claudio hanno portato qui in Italia dall’Etiopia proprio appena prima di Natale. Quel bambino che Sara e Claudio aspettavano da quando io portavo in grembo Ernesto e che nessuno di noi sapeva stesse compiendo il viaggio della vita proprio insieme a lui. Sono coetanei Tilahun ed Ernesto e spero il viaggio della vita possano proseguirlo insieme, amici.
Published inL'angolo delle riflessioni

3 Comments

  1. Direi che è un bellissimo tema!!!!!!

  2. Angela Angela

    Brava! Sono contenta di averti ispirato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.