Salta al contenuto

Dice che finiremo come la Grecia…

Dice che faremo la fine della Grecia…
Dico che a me le novità son sempre piaciute, dico che non vedo l’ora di vedere i troll (ho deciso che chiamerò così i parlamentari che ho votato) in azione alla Camera e al Senato. Istituzioni svuotate di senso dagli altri e che adesso un po’ tremano di paura per quel che sta per accadere.
Fino a ieri lo spauracchio erano i fascisti, da questo pomeriggio l’ingovernabilità, come se fosse la prima volta, come se l’Italia fosse un Paese normale che dal ’48 a oggi ha avuto sempre legislature da 5 anni l’una.
Dice che finiremo come la Grecia…
Io dico che bimbopatato dorme sereno di là, io e papàsportivo lavoriamo sereni di qua. E non siamo mai stati così poveri in sei anni, e non sappiamo nemmeno esattamente come pagheremo le prossime bollette. Al momento si riesce a pagare l’affitto e la spesa alimentare, il resto va in solleciti o finirà sulle cartelle esattoriali del prossimo anno.
Finiamoci in Grecia, noi qui siamo pronti.
Published inL'angolo delle riflessioni

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *