Salta al contenuto

Cronaca Pop: la storia di Widiba, e la mia

La Cronaca Pop di Widiba è diventata un libro, un libro di racconti delle persone che la vivono ogni giorno e le storie si incrociano con la mia.

Cronaca Pop: un 2013 embrionale

“Michela nel 2013 c’era, è una sorta di socio fondatore esterno”. No, non sono socia di Widiba, ma quel che il 28 marzo scorso ha detto Andrea Cardamone, Amministratore Delegato Widiba, è proprio vero.

Io ero lì, a veder nascere l’idea di una nuova banca che stava trovando nel 2013 un nome e un’identità, anche con la collaborazione di blogger come me.

Una fase embrionale che mi riguardava da vicino perché mentre osservavo e scrivevo per la banca online Widiba, dentro di me cresceva il mio secondo bambino, stavamo scegliendo il suo nome e stavamo affrontando una gravidanza molto difficile in un momento della vita in cui in pochi avevano fiducia in me, nel mio compagno e nelle nostre scelte.

Cronaca Pop: un 2014 di nuove nascite

Il 2014 è un anno importantissimo: a febbraio nasce mio figlio Liborio, a settembre nasce Widiba. E io ci sono.

Sono lì allo Strehler di Milano, in prima fila con altri blogger, quando Widiba va online e nasce. E la nascita è un momento complesso, porta con sé un carico di paure per una creatura fragile che deve essere accudita perché cresca bene e sana.

Nel 2014 ho affrontato i mesi più duri della mia vita, avevo quasi 35 anni, un altro figlio di tre anni e mezzo e ho dovuto affrontare l’imprevedibile e ho scoperto di avere un coraggio che non credevo di avere.

Cronaca Pop: un 2015 di conoscenza

Nel 2015, mentre io e mio marito imparavamo a conoscere il nostro bambino, Widiba inizia la conoscenza con i propri consulenti finanziari tra lo scetticismo di molti per la portata innovativa di questa nuova banca.

A raccontare bene questa fase nel libro Cronaca Pop, Mariantonietta Sirimarco:

“Non sono una giovane donna, sono una donna matura con qualche strumento in più. Arrivo con la mia cassetta degli attrezzi organizzata per accogliere tanti strumenti. Alcuni sono già presenti, gli altri so che arriveranno.

Che strano, sono una delle più mature eppure non sono meno curiosa e ricettiva degli altri. I colleghi sono giovani, frizzanti e molto capaci, e io mi sento come loro. Si ricomincia, ma da un nuovo inizio.

Accipicchia, che cambiamento. Ma cosa sarà mai? Sarà un’occasione unica e irripetibile.”

Cronaca Pop: un 2016 di assestamento

Mentre la mia famiglia recupera le forze dopo due anni complessi, Widiba viene premiata dal Presidente della Repubblica per WidiExpress, il servizio di portabilità del conto corrente online .

A raccontare il ritiro del Premio dei Premi, è Marco Marazia:

“Arrivati nella sala delle cerimonie, resto a bocca aperta per i soffitti affrescati e per la sedia sul cui velluto rosso c’è scritto il mio cognome che, per una volta, viene pronunciato con l’accento giusto: il Presidente sorride, gli stringiamo la mano e il premio per l’innovazione, per WidiExpress, è nostro.”

Con WidiExpress i clienti di Widiba decidono di dare fiducia alla banca e lasciano i loro vecchi istituti di credito per aprirsi al nuovo. Questo me l’hanno raccontato le persone di Widiba lo scorso marzo, segno che ne vanno particolarmente fieri.

Cronaca Pop: un 2017 di consapevolezza

Per la mia famiglia il 2017 è un anno di svolta: dopo quasi 10 anni di matrimonio e con due figli, prendiamo l’importante decisione di cercare e comprare casa. Una scelta consapevole e lucida.

Ed è da casa di ogni cliente che nasce Widiba HOME: la filiale della banca ricreata con un visore 3D. Anche quel giorno c’ero, ero lì a provare il visore e ad esplorare la filiale, ho anche la prova fotografica di quel momento, eccola:

Cronaca Pop: un 2018 di persone

In Widiba arriva YoP (Year of People) e il primo progetto è proprio Cronaca Pop, il libro di racconti della storia e delle storie di Widiba.

Sono qui anche stavolta, anch’io alle prese con le persone a cui ho finalmente riaperto la mia vita, la mia famiglia e il mio lavoro. Per troppo tempo ho pensato di bastare a me stessa in tutti gli ambiti, ma le persone sono importanti ed è importante anche “passare sopra le incomprensioni”, “fare il primo passo per sanare le ferite”, “collaborare per crescere tutti”.

Nel 2018 ho conosciuto Marina e Noemi, due personal advisor Widiba, due donne eccezionali e seppure ci siamo conosciute in un momento, per incontri organizzati da altri, siamo diventate amiche. Le persone appunto, ognuna con la sua storia da raccontare.

E il 2019?

Il 2019 per me è importante, la statistica mi dice che sono arrivata più o meno a metà del mio cammino: a giugno saranno 40 anni.

Quaranta anni di vita che ha subito un’accelerazione pazzesca negli ultimi 10.

Tanta vita e tanta storia che hanno portato gioie immense, dolori e una quotidianità consapevole.

E poi? E poi una storia ancora da scrivere, ma stavolta smettendola di prescindere dalle persone, dagli altri.

Quando il 28 marzo scorso, proprio nella sede di Widiba a Milano, mi hanno chiesto di contribuire alla stesura dell’ultimo capitolo di Cronaca Pop, quello sul 20XX, insieme ad altri blogger e alle persone di Widiba, inclusa la mia amica Noemi, l’ho trovato affascinante e divertente. Mi sono ritrovata anche ad essere una memoria storica della banca, seppur esterna ad essa. E poi vedere le mie foto nella storia, i miei momenti, le persone che ho incrociato è stato piacevole. Sì l’ultima serata in Widiba è stata piacevole, gradevole, rassicurante.

Sono pronta per i prossimi 40, ne sono certa!

Published inImprese

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.